come si pulisce un gioiello

Guida onesta alla cura del gioiello

By Giuzi Team
06 Aug, 2020

come si pulisce un gioiello

Perché i gioielli si sciupano? Perché perdono colore e macchiano la pelle? Perché si rigano? Come recupero i miei gioielli se li ho portati alle terme? Ho provato a rispondere a questi insondabili quesiti ed ecco a voi una guida onesta alla cura del gioiello. Spoiler: no, non devi portarli alle terme.

Di cosa parlerò in questo articolo?

 

Piccola intro necessaria

Come puoi vedere su giuzi.it e in molti altri shop di gioielli uno stesso gioiello esiste in diversi colori a prescindere dalla materia prima con cui è realizzato. I colori che trovi più spesso sono argento, oro e oro rosa. Dal colore finale del gioiello non si può risalire al suo materiale originale, se vedi un gioiello dorato non è detto che sia fatto d'oro, quando lo vedi argentato non è detto che sia fatto d'argento. Spesso i materiali preziosi (oro, argento) e semi-preziosi (bronzo, ottone) sono rivestiti di un colore che li rende dorati, argentati o oro rosa. La possibilità di avere gioielli con rivestimenti e placcature colorate la si deve ad una lavorazione che chiamiamo galvanica, dal nome del suo inventore Luigi Galvani. La galvanica è una terra di mezzo in cui transitano tante figure diverse: è un processo di natura chimica ma se ne servono orafi, idraulici, meccanici, carrozzieri, ingegneri e con buona probabilità tanti altri professionisti che mancano in questa lista. I gioielli si colorano se immersi in un bagno galvanico (grande vasca di composto chimico) e lo stesso possiamo dire per i rubinetti da bagno, per i cerchi cromati delle auto, per i pistoni delle moto. Diciamo però che chi ne sa di galvanica, quella vera, è un chimico. Considerato che Giuzi è animata da un ingegnere e una filosofa prestati al mondo della gioielleria abbiamo preferito informarci e chiedere a chi di galvanica ne sa qualcosa in più. Ne abbiamo parlato con alcuni fornitori che si occupano esclusivamente di galvanica e con amici laureati in chimica che lavorano nelle più grandi galvaniche italiane, tutto quello che leggerete è frutto delle loro preziose e autorevoli dichiarazioni.

Perché i gioielli si sciupano? Perché perdono colore e macchiano la pelle?

I gioielli possono sciuparsi per tante ragioni ma a renderli sgradevoli è il cambio di colore, questo succede perché i gioielli si ossidano. L'ossidazione è una reazione chimica che cambia lo stato del gioiello mutandone l'aspetto e il colore, è un processo che si innesca per motivi diversi, principalmente: aria, luce, sudore, acqua marina, acqua sulfurea, creme e profumi.

E questo vale per tutti i metalli?

A dire il vero no, l'oro, che non a caso è il re dei metalli preziosi, trattiene a lungo il colore ed è meno sensibile alle sostanze che provocano ossidazione. Difficile che un gioiello fatto d'oro perda colore o lasci macchie sulla pelle, ed è anche per questo che è così pregiato. L'argento è molto più sensibile agli agenti ossidanti.

È normale che un gioiello lasci macchie sulla pelle?

Il sudore sulla pelle, soprattutto d’estate, va a reagire con i metalli di cui è fatto il gioiello, appunto ossidandoli. A seconda del metallo si hanno macchie di diversi colori: se c’è di mezzo il rame si hanno macchie verdastre, se c’è l’argento nere, ma le macchie non dovrebbero mai verificarsi in un prodotto di qualità. Un gioiello che macchia è spesso realizzato con materie prime e composti galvanici di scarsa qualità. Un gioiello realizzato con materiali di qualità e bagnato in un composto certificato non lascia macchie.

E quindi? Cosa dovrei fare?

Parliamoci chiaro: evitare che i tuoi bijoux entrino in contatto con aria, luce, sudore, acqua marina, acqua sulfurea, creme e profumi è impossibile. Chi scrive che i gioielli possono mantenersi sempre perfetti, o che si possano recuperare dopo una giornata alle terme, nel 90% dei casi mente. Dopo che ci siamo messi l’anima in pace e abbiamo accettato che pure i gioielli cambiano (e non solo le persone!) siamo pronti per attenerci alle

Regole d’oro (ma anche d’argento)

  • Regola n°1: Acquista gioielli di qualità da produttori o rivenditori affidabili che conoscono il prodotto e che sanno darti spiegazioni tecniche. Ricordati che anche se li hai pagati un occhio della testa e te li ha venduti Re Mida in persona la maledizione degli agenti ossidanti si abbatterà anche su di loro.
  • Regola n°2: Se vuoi mantenerli lucidi e in salute non portare i tuoi gioielli alle terme, non portarli in piscina e non indossarli al mare.
  • Regola n°3: Non ammucchiarli. Conservali divisi uno dall'altro in un contenitore asciutto, dove non passa aria e non batte la luce.
  • Regola n°4: Cambiali spesso, ti aiuterà a tenerli in salute e ad evitargli un po' di stress.
  • Regola n°5: Tienili lontani da creme e da profumi, se vuoi incremarti o improfumarti fallo prima di indossare i tuoi gioielli del cuore e assicurati che la tua pelle abbia completamente assorbito i prodotti.
  • Regola n°6: Se vuoi infrangere le regole 1, 2, 3, 4 e 5 prenditi le tue responsabilità e non piangere sulla placcatura versata.

Se ti restano ancora dubbi e perplessità in merito scrivici a info@giuzi.it, saremo felici di darti tutte le risposte oneste di cui siamo capaci.