giuzi gioielli argento oro e oro rosa

Intervista a Giuzi: come nasce un gioiello

By Giuzi Team
12 Oct, 2020

giuzi gioielli argento oro e oro rosa

Come nasce un gioiello?

Come tutte le cose belle un gioiello nasce da un’idea, da un’ispirazione. Quasi niente poi nasce davvero da zero, diceva il mio prof di latino: i geni non creano niente niente di nuovo, sono solo più bravi degli altri a rielaborare! Questo per dire che è difficile realizzare una novità assoluta mentre è più facile creare un insieme inedito di parti già viste.

E com’è che tutto inizia?

Tutto inizia quando qualcosa ti colpisce: una catena sottile al punto giusto, una maglia allungata, una forma interessante. Sono cose che ti restano in testa, come quando vedi un capo d’abbigliamento e pensi “lo voglio!”: continuerai a pensarci anche nei giorni successivi e cercherai con gli occhi una vetrina che lo mette in mostra.


Ok, abbiamo l’ispirazione, e poi?

Subito dopo l’ispirazione c’è una fase meno affascinante: bisogna stabilire il costo dei materiali, delle lavorazioni e capire se ne vale la pena. Riprendendo il paragone del capo d’abbigliamento: devi trovare il negozio adatto alle tue finanze e assicurarti che venda esattamente quello che stai cercando. Nel caso di Giuzi, che non compra ma produce direttamente i gioielli, bisogna fare i conti con le proprie capacità: siamo capaci di produrre quel pezzo, di fare proprio quella maglia? E se non lo sappiamo fare… In quanto tempo possiamo imparare?


E se il tempo è troppo e il risultato non arriva? 

Si va alla ricerca di un fornitore fidato, non è difficile quando abiti nella “città dell’oro”! Arezzo è una città popolata da artigiani eccellenti che hanno fatto la storia dell’oreficeria, difficile non accontentarsi.


Allora è fatta! Abbiamo finito!

Beh, no. Dobbiamo montare tutto e vedere se funziona. Dobbiamo confrontarci con il reparto saldatura per sapere se la lavorazione scorre senza intoppi. Dobbiamo fare anche qualche prova da stress: indossare il nuovo gioiello per qualche settimana e vedere come reagisce alla vita di tutti i giorni. Questo spesso è un compito affidato ad Ilaria. Ma per onestà intellettuale diciamo che Marco, durante il lockdown, ha indossato giorno e notte un bracciale amuleto in oro rosa per testarne la galvanica. Se non sai cos’è la galvanica qui puoi fare un ripassino.


E quando tutto funziona…

Quando tutto funziona è il momento di scattare! E qui entrano in gioco i nostri mitici fotografi (Andrea, ci leggi? Piovono complimenti gratuiti), quelli che ci cazziano se il feed social non è impeccabile e se le luci non sono bilanciate. Quando lo scatto è pronto siamo ai blocchi di partenza. Tre, due, uno… È online!